• Mobili su misura
  • Mobili su misura

news


noi, posatori qualificati

posatori parquet

La nostra azienda, non solo ha scelto di offrire serramenti made in Italy per garantire il massimo degli standard qualitativi, ma ha anche sentito come importante il tema della posa a regolare d'arte.

Noi siamo dalla parte del consumatore. Che senso ha acquistare un ottimo serramento, altamente isolante, se poi questo viene posato in malo modo?

Luca Cappellini, è posatore qualificato.

RADIOATTIVITA’?
NO. PREGO SI ACCOMODI FUORI DALLE NOSTRE CASE

controllo radioattività

Sono all’ordine della cronaca notizie di sequestri operati dagli organismi di Tutela Ambiente, di materiale (acciaio, ferro, alluminio, legname, legna da ardere, pvc) contaminato da sostanze radioattive come il cobalto e il cesio. Materiale poi impiegato nella produzione di manufatti per uso industriale quanto domestico. Il materiale radioattivo proviene da varie parti del mondo: Cina, Lituania. In particolare, sono le pericolose sostanze che si sprigionarono dopo l’incidente alla centrale di Chernobyl a minacciare la nostra salute.

Il materiale dopo essere stato importato in uno Stato, dopo avere subito primi processi di lavorazione può essere nuovamente esportato come semilavorato in altre aree dell’Europa, rendendo difficile sapere la provenienza d’origine. Per fugare ogni dubbio, noi ci siamo dotati di un contatore Geiger, che utilizziamo con dovizia prima di acquistare il legname e il materiale che utilizziamo per le nostre creazioni.

Quanto ai prodotti che rivendiamo siamo certi di offrirvi adeguate garanzie. Noi abbiamo deciso di dare fiducia ai soli produttori italiani, se pur forse in alcuni casi meno competitivi sul mercato europeo ad esempio delle aziende Polacche. Occorre che il consumatore sappia che in Italia è in vigore una normativa che impedisce l’utilizzo di materiali radioattivi (DL 100/2011). Tale garanzia è sicura solo se si sceglie il made in Italy dato che la marcatura CE non obbliga i produttori europei alla produzione di questo certificato.

GUIDA ALL'ACQUISTO DEI SERRAMENTI

UN VADEMECUM CHE ANALIZZA PUNTO PER PUNTO GLI ASPETTI DA VALUTARE QUANDO SI ACQUISTA UN SERRAMENTO

Scegliere i serramenti. Vademecum, guida per il consumatore

GARANZIE

 

1.1 MARCATURA CE

Noi lo consigliamo con forza da oltre un decennio: acquistate serramenti prodotti Made in Italy al 100%. Abbiamo maturato questo pensiero basandoci sulla nostra esperienza sul campo e la differenza tra un buon serramento e uno mediocre o addirittura pessimo si riflette soprattutto nella fase del post-vendita, quando si tratta di fare manutenzione. I prodotti a fabbricazione estera o prodotti solo parzialmente fabbricati in italia, spesso hanno prezzi più bassi ma nel tempo quello che vi era sembrato un risparmio di denaro si rivelerà l'opposto.

La sola marchiatura CE che è obbligatoria per legge dal febbraio 2010 e che rappresenta il marchio Europeo di sicurezza, non garantisce né sicurezza né qualità, difatti rispetto alla produzione all'estero, produrre il serramento in Italia richiede standard molto maggiori in termini di materia prima, qualità del prodotto finale, sicurezza in caso di urti, cambi climatici e vento.

L'azienda che sceglie di ottenere la marcatura CE con la modalità ITT diretta (Initial Type- testing) garantisce che quanto certificato corrisponde alle prestazioni effettive delle finestre prodotte. L'azienda italiana, che opta per la “modalità diretta”, sottopone i campioni prelevati dalla propria produzione ai test previsti dalla legge, presso uno dei laboratori notificati. Solo l’ ITT diretto dà certezza che quanto certificato con la Marcatura CE, corrisponde alle prestazioni effettive delle finestre prodotte dall’azienda.

Molte aziende decidono, invece, di affidarsi al “Cascading”.

Il Cascading è una procedura che prevede la cessione a cascata dei risultati dei test per la Marcatura CE eseguiti da soggetti terzi. Per poter attuare il trasferimento di tali dati, viene stipulato un contratto d’uso tra le parti, ovvero tra il costruttore dei serramenti e chi fornisce i vari componenti (profili, guarnizioni, accessori, ecc.)

Una cosa molto importante da sapere è che la cessione dei certificati non significa in realtà essere possessori della Marcatura CE. Attenzione I certificati CE anche se rilasciati da Organismo Notificato NON sostituiscono la marcatura CE. I certificati di prova NON sono la marcatura CE.

Un produttore extra europeo infine NON può eseguire la marcatura CE anche se i suoi prodotti sono conformi alle leggi, se lo fa la marcatura è illegale.

 

1.2 CERTIFICATO DI ORIGINE E DI PRODUZIONE CERTIFICATA E GARANTITA

Si tratta dell'attestato di prodotto originale italiano rilasciato alle aziende a produzione esclusivamente italiana che hanno una corretta gestione interna per la marcatura CE.

 

1.3. DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' ALLA NORMA EN 14351-I/CE

Il documento è scritto in italiano e riporta l'intestazione e l'indirizzo della ditta che ha prodotto le finestre e vi è specificato N. delle dichiarazioni, N. della commessa, anno di fabbricazione ed i certificati ITT riferiti alla commessa stessa.

 

1.4. CERTIFICAZIONE D'USO RINFORZI METALLICI PRIVI DI RADIOATTIVITA'

Tale documento è rilasciato da parte del fornitore di rinforzo metallico che certifica l'assenza di radioattività nei serramenti. Direttiva Europea 2006/117/Euratom.

 

1.5. DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' DEL VETRO ALLA MARCATURA CE

E' il certificato che indica i valori prestazionali del vetro e la composizione della lastra. In osservanza alla norma italiana per la sicurezza vetraria (UNI 7697/15), il serramento sul lato interno deve essere dotato di doppia vetrata di sicurezza, vetro temperato oppure stratificato.

 

1.6. DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE ENERGETICA DEI SERRAMENTI

Deve esservi rilasciata sempre in caso di agevolazioni fiscali e/o per le ristrutturazioni.

 

1.7. CERTIFICATO DI SOSTENIBILITA' GREENLINE

Viene rilasciato alle aziende che certificano i serramenti in PVC ecosostenibili, esenti da piombo, con formulazione ecologica al Calcio-Zinco e riciclabili al 100%.

 

1.8. CERTIFICATO DI CONFORMITA' DI PROFILO IN PVC

Tale certificato attesta l'appartenenza alla Classe S dei profili. La Classe S in tutta Italia è obbligatoria secondo la norma EN 12608. Si attesta che i profili resistono a irraggiamento a temperature alte. Se vi propongono dunque serramenti con profili in classe M sappiate che non sono conformi per l'utilizzo sul territorio italiano.

 

1.9. GARANZIA DEL PRODOTTO

La garanzia per legge non può essere inferiore ai due anni ed è rilasciata dalla società che vende il prodotto. La garanzia deve descrivere in forma chiara il tipo di vizi e difetti coperti, le tipologie di intervento e la durata.

 

1.10. ISTRUZIONI PER IL CORRETTO USO, LA MANUTENZIONE E LA CURA DEI SERRAMENTI

Devono darvi su richiesta le informazioni utili alla manutenzione di base, la pulizia e la corretta conservazione delle funzionalità dei serramenti.

GUIDA ALL'ACQUISTO DELLA PORTA BLINDATA

PORTA BLINDATA SI' MA IN QUALE DELLE 6 CLASSI?

porta blindata

La caratteristica più importante di una porta blindata è la sua resistenza alle effrazioni. In base alla norma Uni Env 1627 e successive modifiche, le porte blindate possono rientrare in 6 classi, che indicano in ordine crescente la capacità di resistere alle effrazioni. Le classi sono stabilite dal superamento di specifici test, basati su criteri che riguardano la serratura, la resistenza della blindatura e anche qualità come l’isolamento termoacustico.

 

  • Classe 1 è la più bassa, indica un grado di antieffrazione non troppo efficiente. Infatti la porta di classe 1 resiste soltanto al malintenzionato che utilizza esclusivamente la forza fisica per tentare di scassinarla (sconsigliamo l'acquisto di questa porta);
  • Classe 2 la porta di classe 2 è in grado di resistere a tentativi di scasso eseguiti da un malintenzionato che utilizza attrezzi come tenaglie, cacciaviti, etc;
  • Classe 3 la porta di classe 3 resiste a tentativi di scasso realizzati anche con un piede di porco;
  • Classe 4 la porta di classe 4 è adatta a respingere uno scassinatore esperto, che può utilizzare anche trapani e seghe;
  • Classe 5 anche la porta di classe 5 resiste a ripetuti tentativi di uno scassinatore esperto che utilizza trapani, seghe, mole elettriche etc;
  • Classe 6 la porta blindata di classe 6 resiste anche ad attrezzi elettrici che funzionano ad alta potenza.

 

OGNI CLASSE E' ADATTA AD UNO SPECIFICO UTILIZZO

 

A seconda del tipo di abitazione che si possiede, del contenuto in essa custodito e della sua ubicazione, si sceglie una determinata classe per la porta blindata di ingresso. In generale:

Per una porta da appartamento in condominio, è sufficiente una classe 2 o una classe 3

Per villette e appartamenti unifamiliari, sono consigliabili la classe 3 e la classe 4

Le classi 5 e 6 sono più adatte a particolari tipi di edifici, come banche, gioiellerie; ciò non toglie che le si possa scegliere anche per la casa propria qualora ci si voglia sentire molto al sicuro.

 

Di seguito un vademecum scaricabile redatto da confedilizia che vi mette in guardia sui segnali usati dai ladri per segnalare le vostre abitazioni. Consultatelo.

 

FALEGNAME E RIPARAZIONI OK | 33, Via Sciesa - 22036 Erba (CO) - Italia | P.I. 02348620135 | Tel. +39 031 643045   - Cell. +39 338 9240068 | Fax. +39 031 643045 | falegnameok@alice.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite